0

Patata bollente austriaca, Unicredit e Bawag non si incontrano sul prezzo di Bank Austria: 800 milioni

 

Patata bollente austriaca per Unicredit. Federico Ghizzoni lo ha spiegato ieri alla presentazione del piano strategico: la controllata Bank Austria sarà ceduta o ristrutturata. Ora, secondo i rumors, la scaletta sarebbe già stata decisa: una soluzione per le non profittevoli attività austriache dovrà essere trovata entro dicembre. Ghizzoni avrebbe chiesto al Ceo di Bank Austria, Willibald Cernko, un piano per risolvere i problemi il più velocemente possibile. Così lo stesso Willibald Cernko avrebbe creato task force apposite per valutare ogni opzione. La cessione resta l’ipotesi in pole position (rispetto alla ristrutturazione) anche se il compratore naturale, cioè Bawag Psk (controllata di Cerberus e Golden Tree) avrebbe valutato la richiesta di Unicredit (cioè 800 milioni di euro) un prezzo troppo elevato.

 

Lascia un commento