1

lettera al direttore… Re: Bulgaria e società estere

art_5169_1_22_05OPINIONI

 

Ciao Edmond, innanzitutto grazie per i tuoi post assolutamente istruttivi.Visto che vedo che sei pratico della Bulgaria volevo chiederti una cosa.
Se uno diventa residente bulgaro come persona fisica e ha una società offshore ,diciamo Belize o quant'altro comunque extra UE,come viene considerato ai fini della tassazione dalla Bulgaria?

Paga le tasse solo sui dividendi conseguiti da detta società ?
Ti ringrazio anticipatamente     Xxxxxxx

Citazione Originariamente Scritto da Xxxxx Xxxxxxx
 

devi certamente pagare le tasse per i redditi prodotti in BG…

per i redditi prodotti da un residente in BG, cittadino straniero, dipende dagli accordi fra BG e paese in cui tu produci il reddito… caso per caso, bisogna vedere i DTA relativi e/o la normativa nazionale relativa a utili prodotti in generale fuori giurisdizione… esempio: Malta tassa gli utili prodotti dai suoi residenti,  fuori dal suo territorio, al 5%.

per il BG/Belize devo informarmi…

poi, devi inoltre considerare:

che volontà ha, ogni stato, di vessare i propri residenti/cittadini contribuenti….

…intendo dire quanto ogni stato applica la consuetudine di: "occhio non vede fisco non duole ".

Fino al colpo di stato del 1992, in virtù della "Pax DC"* ,  nessuno in Italia si sarebbe mai sognato di perseguire un industriale e/o commerciante per evasione fiscale,  figurati per elusione !!

con l'avvento al potere dei catto-comunisti e dei gayo-maoisti **,  la persecuzione del ceto produttivo in Italia è diventato, via via, più assidua fino a raggiungere i livelli di una vera e propria "pulizia etnica" in stile serbo-balcanica ed al genocidio del ceto imprenditoriale/produttivo, ormai conclamato.

<N.d.R.>
*…con "Pax DC" si intende l'accordo intercorso dal 1948 al colpo di stato del 1992 fra l'allora Democrazia Cristiana nelle regioni bianche (Lombardia, veneto, FVG, Trentino alto Adige …),
ed il ceto produttivo e le partite IVA di quelle regioni.

in sostanza gli allora politici democristiani, in cambio dei consenso elettorale e di cospicui finanziamenti elettorali (leggasi tangenti), garantirono i servizi indispensabili ed una sostanziale impunità per i reati tributari e le pratiche fiscali disinvolte in voga all'epoca… il conseguente risultato fu il "miracolo economico del nord est", che porto allo sviluppo e la prosperità di una micro-imprenditorialità diffusa che vede i suoi risultati più eclatanti nelle famiglie Benetton, Illy, Danieli e tante altre, oggi marchi multinazionali, leaders mondiali .

in contrapposizione alla "PaxDC" si instaurò nelle regioni rosse (Liguria, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Puglia), un analoga "PaxPCI" con finalità contrapposte ed il risultato di favorire selettivamente la prosperità degli iscritti al PCI, dando l'avvio all'attuale pulizia etno/partitica… fino a concretizzare l'attuale scandalo ed abominio delle cooperative rosse.

**…mi raccomando: definirli frocio-maoisti, configura il reato di omofobia, che è un reato molto grave, quindi vi invito a non utilizzare simili espressioni…
massimi esponenti: Vendola, Pisapia, Ignazio Marino, ed il mitico Alfonso Pecoraro Scanio che dall'età di 49 anni incassa ben 5.802 euro netti al mese di vitalizio… lavorate gente, lavorate…. è bello e fa allegria (gay) pagare le tasse per foraggiare Alfonso…

 

falce e morte

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi